Cominciamo con ordine e ragioniamo insieme: il coronavirus in Italia è un ceppo tutto italiano e NON cinese, lo dice l'ordine dei biologi e l'istituto superiore di sanità lo conferma. (1) Quindi dimenticate ogni statistica cinese e concentriamoci sui dati italiani.

Cerchiamo di capire cosa dice il "Report sulle caratteristiche dei pazienti deceduti positivi a COVID-19 in Italia" (Il presente report è basato sui dati aggiornati al 13 Marzo 2020) Si legge che L’età media dei pazienti deceduti e positivi a COVID-19 è 79.4 anni (3) mentre quella media di chi lo ha contratto è di 65 anni.

come si fa a capire se le 1016 persone decedute CON il coronavirus o DI coronavirus ?

Dal documento del 13 marzo si evince che TUTTI (meno 3 persone) avevano da 1 a 3 patologie pregresse con età media molto avanzata. E' stato solo il virus ad ucciderle o la loro pregressa patologia ? oppure andava valutata la loro condizione complessiva?

queste 1016 persone sono morte DI coronavirus (morti attribuite) o CON il coronavirus (ovvero attribuibili)?

L'unico modo per capire se c'è un effettivo pericolo insolito è mettere questi numeri in confronto con quelli che tutti gli anni abbiamo con le solite influenze stagionali. Uno studio ufficiale pubblicato (non si discute, si cerca di capire insieme) su Pubmed (4) titola "Studio dell'impatto dell'influenza sulla mortalità in eccesso in tutte le età in Italia durante le ultime stagioni (2013 / 14-2016 / 17 stagioni)" Sempre dalla traduzione leggiamo :

"abbiamo stimato decessi in eccesso di 7.027, 20.259, 15.801 e 24.981 attribuibili alle epidemie di influenza nel 2013/14, 2014/15, 2015/16 e 2016/17"

In altre parole, visto che è molto complesso dire se una persona sia morta di influenza se aveva altre patologie pregresse, lo studio si prefiggeva un obbiettivo di tipo statistico quante morti in eccesso abbiamo avuto in italia durante il periodo invernale?

Il confronto con i dati delle influenze precedenti deve essere fatto in modo coerente. Cioè si può confrontare solo "attribuibili" al coronavirus del 2020 con "attribuibili" dell'H1N1 degli anni passati. Ad esempio due anni fa (2016/17) abbiamo avuto circa 25mila morti attribuibili all'influenza. Fino alla data del 13 marzo abbiamo 1016 casi attribuibili al coronavirus. In altre parole ci sarebbero solo 2 morti attribuiti al coronavirus.

Il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, durante la conferenza stampa di questo pomeriggio, ha precisato che su 1.266 morti, soltanto 2 sono deceduti senza patologie pregresse. Brusaferro afferma: “dobbiamo ancora analizzare le loro cartelle cliniche. Tutti gli altri avevano numerose patologie croniche, molti più di due o tre, in modo particolare diabete, obesità, malattie cardiovascolari. L’età media delle vittime è di oltre 80 anni, in prevalenza maschi. Soltanto 2 persone tra i morti avevano meno di 40 anni, ma avevano un tumore e altre patologie gravi“ (5)

Sicuramente la stagione ancora non è finita, ma manca poco, perché il caldo sta per arrivare e con esso le epidemie invernali si riducono praticamente a zero. Qualcuno potrebbe obiettare che non è vero e i contagi continueranno perché alcuni “esperti” in Tv ci sono venuti a dire questo. Ma in base a cosa lo dicono?

E qui torniamo al nostro primo articolo (1) nel quale afferma chiaramente che : “Stando ai dati resi noti dall’Iss, nessun caso dell’epidemia da Covid-19 che si sta diffondendo nella Penisola, avrebbe a che fare direttamente con il Paese della Grande Muraglia”….. “E ancora, l’Iss mette in evidenza che ci sono diverse conferme relative al fatto che il Covid-19 circolasse in Italia da molto tempo, ben prima, dunque, di quando è esploso il problema a Codogno: in quel Comune, i positivi erano già malati di seconda o terza generazione”

A questo punto bisogna chiedersi come fanno ad andare a dire in tv che la epidemia continuerà se questo coronavirus è autoctono e non ha niente a che vedere con quello cinese. Hanno la Sfera di cristallo?

Perché le conclusioni dell’istituto superiore di sanità non sono bastate per far cessare l’allarme?

Ma soprattutto su che basi ci hanno chiusi a casa, stracciato i diritti civili , sospeso la costituzione e instaurato uno stato di polizia con coprifuoco e ridicoli lasciapassare da firmarci da soli?

Altra cosa che viene spesso propagandata in TV è che c’è il collasso degli ospedali. Sulle reti di ogni canale e i social arrivano interviste , video e audio di infermieri e dottori disperati.

Ma la sanità è stata devastata dalle scellerate politiche precedenti che hanno tagliato continuamente posti letto in terapia intensiva, ma durante gli anni precedenti l’attenzione mediatica era altrove.

Già il 10 gennaio 2018 il corriere della sera riportava: ”Numeri record. Le complicazioni dell’influenza, soprattutto le polmoniti, mandano in crisi le rianimazioni: 48 i casi di malati gravi ricoverati da Natale a oggi nelle terapie intensive di Policlinico, San Raffaele, San Gerardo di Monza e San Matteo di Pavia, gli ospedali di riferimento in Lombardia per l’uso dell’Ecmo, il macchinario che si sostituisce ai polmoni” (6)

Se ancora non vi basta ascoltate la virologa Maria Rita Gismondo:

“Questo virus, nella gran parte dei casi, o è silente o ci dà sintomi simil influenzali, nel 90% dei casi”, continua, “C’è un 10% di persone che ha bisogno di essere ricoverato in ospedale. Borrelli ci ha detto più volte che le fasce più toccate sono anziani con 1 o 4 patologie. Il virus dunque è stato un aggravante. Ad oggi i dati di morte diretta per coronavirus sono molto scarsi, si parla di qualche unità”.(vi ricordate cosa ha detto Brusaferro?)

Per chiudere il cerchio torniamo all’inizio di questa follia che è partita tutta dai tamponi di lombardia e veneto che NON hanno aspettato la validazione dell’ISS. In altre parole l’allarme è scattato senza sapere che il coronavirus individuato fosse quello cinese. (7)

Non è che come al solito hanno creato ad arte una epidemia che non c’era? Aviaria, suina, sars e mers …. sembrava che il mondo doveva finire e invece siamo ancora qui, stavolta chiusi in casa.

Prego tutti voler prendere visione con i propri occhi delle della documentazione ufficiale

(1) https://www.onb.it/2020/03/11/coronavirus-studio-delliss-lepidemia-in-italia-non-e-arrivata-dalla-cina-a-codogno-i-positivi-erano-malati-di-seconda-o-terza-generazione/

(2) https://www.mittdolcino.com/2020/03/12/liss-conferma-che-il-contagio-covid-19-italiano-non-proviene-dalla-cina-ma-dallitalia/

(3) http://www.lecronachelucane.it/2020/03/14/report-sulle-caratteristiche-dei-pazienti-deceduti-positivi-a-covid-19-in-italia-il-presente-report-e-basato-sui-dati-aggiornati-al-13-marzo-2020/

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/bollettino/Report-COVID-2019_13_marzo.pdf

(4) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/31401203-investigating-the-impact-of-influenza-on-excess-mortality-in-all-ages-in-italy-during-recent-seasons-201314-201617-seasons/?fbclid=IwAR2TBd7-l33key65y_34pDkgwCMmzmUYlAr69V410x_G7ZXvHARY3t5hqP8

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31401203

https://reader.elsevier.com/reader/sd/pii/S1201971219303285?token=02ED56D0B062528388EED6BF7D26C698A09A794C9C1F0DDE43927F713F93FCBC4F11309A49E375F3FE78B8087A28F3FE

(5) http://www.strettoweb.com/2020/03/coronavirus-iss-italia-morti-covid-19-decessi/983750/

(6) https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_gennaio_10/milano-terapie-intensive-collasso-l-influenza-gia-48-malati-gravi-molte-operazioni-rinviate-c9dc43a6-f5d1-11e7-9b06-fe054c3be5b2.shtml

(7) https://www.huffingtonpost.it/entry/la-virologa-gismondo-60-70-di-italiani-sara-positivo-ma-non-preoccupiamoci_it_5e6bba13c5b6bd8156f6b865